Ri-nascere, la stregoneria dell’incarnazione – Un intreccio d’arte

Sono morta il secondo giorno di Gennaio. C’era la neve e io dormivo nel mio nuovo corpo.

Un corpicino di neonata, con un bel berretto fatto a mano sulla testa. Mio padre guidava una macchina rossa dalle forme squadrate, mia madre aveva i capelli voluminosi e mossi. Erano entrambi molto felici. Sulla porta della nostra casa qualcuno aveva appeso un fiocco rosa per darmi il benvenuto.

Ma come? Stai parlando della tua nascita allora, non della tua morte.
È nascere, non è morire questo!

È complicato.
Anzi, in realtà è piuttosto semplice, ma ci si deve prima abituare al cambio di prospettiva. Si deve capire che dipende tutto dal punto di vista.

Te ne ricordi?

Quante volte si muore durante la vita?
Dall’infanzia all’adolescenza, dall’adolescenza all’età adulta, poi nella vecchiaia. Quando i figli se ne vanno di casa, quando si finisce di studiare, il primo lungo viaggio, il primo sesso, quando si perdono i genitori. Quando finisce l’amore perfetto e inizia l’amore reale. 

Ma non solo.
Anche quando per pochi momenti si sta fermi, in silenzio. Il respiro si ferma riprende, si ferma e riprende, si ferma e riprende. Come l’onda. I pensieri tacciono, solo il movimento rimane. Una fine e un inizio, il seme muore e nasce il germoglio.

È così la vita e la morte? 
Non resta nulla, eppure c’è tutto.
Non sono nulla, eppure sono tutto.
Il mondo finisce e la vita comincia.

È nascere o è morire questo?
Te ne ricordi?

L’incarnazione è l’atto più incredibile di stregoneria che possiamo fare.

Siamo noi a creare ogni volta un corpo: accade quando siamo spirito e personalità magica e il nostro intento è talmente forte, in un dato momento dell’eternità, che compiamo l’atto e ci creiamo un corpo in cui abitare.

La gente dice l’abbia fatto Dio, ma non l’ha fatto Dio: l’abbiamo fatto noi, siamo noi i nostri Dei.
Non viene dall’esterno questo dono, è qualcosa che ci sudiamo, ogni volta è un modellare un corpo più adatto alla nostra consapevolezza.

Il corpo va onorato e apprezzato, perché è il primo grande atto magico che facciamo.
Ce lo permettono i genitori, certamente, ma se non c’è il nostro intento e questa volontà di fondo, non riusciremo ad incarnarci, anche se i genitori ci vorranno più di qualunque altra cosa.

Se non hai intento non ti incarni.
È da questa volontà, da questo potere personale che abita il nostro terzo chakra, che diamo la possibilità alla materia di addensarsi e prendere la forma che andremo ad abitare.

Noi siamo canalizzatori fin dall’inizio: canalizziamo il nostro stesso spirito, il nostro stesso corpo. Lo facciamo centinaia e centinaia di volte durante l’eternità.

(Tratto da “Gli insegnamenti della Tradizione del Drago Trasparente”, di Alessia Intilisano)

“Il Terzo Tempo – L’incontro con lo spirito” – Roberta Susy Rambotti, Cromatismo su tela

Keffar

LA strada su cui camminano le anime

Un giorno mi portarono alla strada su cui camminano le anime.
Ognuna credeva di essere sola perché non poteva percepire le altre. Ma io ero ancora nell’unità allora, perciò le vedevo tutte. E vedevo molti tempi e possibilità sovrapporsi sul cammino.

‘Voglio esplorarle’ – ma mi trattenevano.
‘Voglio esplorarle e poi raccontare cosa vedo’ – ma ancora mi trattenevano.

Mi dissero: 
‘La strada è il Keffar. Per camminare sulla strada devi fare Keffar, ma ora non è il momento’. ‘Keffar’ significava ‘morire’ nel mondo dell’unione. Ma significava anche ‘nascere’ in quello della divisione.


Hanno partecipato

Alessia Intilisano

scrittrice

Da oltre 15 anni dedita ad un percorso di ricerca interiore, Alessia è autrice di due romanzi e numerosi libri di stampo didattico.

Roberta Susy Rambotti

artista

Artista affermatasi in numerose mostre, Roberta ricerca nella sua opera un moto responsabile, un mettersi al servizio di un’ armonia più grande.

Elisa Barindelli

magic mix

Elisa impagina gli articoli di questo blog (quindi anche il testo di questo riquadro 😛 ) Nel tempo libero compone musica, scrive, sogna (ad occhi aperti e chiusi), disegna e mangia cioccolato.

Leggi altri intrecci d’arte


Ti è piaciuto leggerci? Scrivici!

Visita il nostro gruppo Facebook

Scambiamoci impressioni, commenti, link interessanti. Entra nel nostro gruppo online e partecipa anche tu!


Altri articoli nella categoria ARTE

Ri-nascere, la stregoneria dell’incarnazione – Un intreccio d’arte

BAM! Raccolta di articoli – Uscita 1: dalla divisione all’unità

Gatti e fotografia: Incontaminati spazi fra luce ed ombra

Rispondi